Multato perchè ha segnalato un posto di blocco

E’ accaduto a Pistoia. Un signore premuroso, altruista e ligio ha visto un posto di blocco e lo ha segnalato lampeggiando coi fari agli automobilisti che sopraggiungevano. Poverino è stato sfigato perché ha incrociato il comandante dei Carabinieri, che, verificato quanto stava accadendo, ha provveduto a fermare la vettura in questione con l’ausilio del proprio autista e a contestare la sanzione amministrativa per ‘uso improprio dei dispositivi di segnalazione luminosa’. Il comandante ha fatto notare che non era una violazione grave in se bensì la potenzialità di mettere in guardia possibili malviventi in procinto di commettere reato oppure farli fuggire dopo averlo compiuto. Di certo le ragioni del Comandante sono più che valide, solo che noi automobilisti spesso non pensiamo a conseguenze con una banalità del genere. Nell’intervista continua dicendo che i fermi ai posti di blocco spesso svolgono lampeggiare un controllo sul territorio col fine di prevenire, reprimere reati e monitorare soggetti a rischio sotto interesse operativo. Chiede infine una maggiore collaborazione da parte degli utenti di strada proprio per l’interesse di tutta la collettività. Alla fine vale sempre la regola di farsi gli affari propri, anzi aiutare soprattutto le forze dell’ordine a proteggerci meglio. (fonte Ansa) Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *